10 ottobre 2019

Glossarietto per la Storia contemporanea

Per gli alunni della III D

Nella sezione storia contemporanea del mio sito ho aperto un glossarietto storico con alcuni termini su cui ci siamo soffermati.

Si tratta di un work in progress appena iniziato. Però dovreste già riconoscere alcune parole ed alcune espressioni che sono riecheggiate, spesso, tra le mura della nostra classe.

5 ottobre 2019

Verifica pts - errori ricorrenti

Alcune considerazioni per la III D a.s. 2019-2020

Prima considerazione: se vi viene concesso di usare il vocabolario, portate il vocabolario e usatelo.

Seconda considerazione: se vi viene chiesto di raccontare la trama di un film o di un libro, dovete adottare le stesse procedure che utilizzate per la realizzazione di un riassunto. L'esercizio deve mirare a rielaborare il testo di partenza, rendendolo più breve, più chiaro e più semplice, senza però omettere informazioni importanti (il destinatario della nostra rielaborazione deve potersi fare un'idea corretta del testo di partenza).

Terza considerazione: prestate sempre attenzione alla richiesta contenuta nella traccia anche in merito al tipo di testo. Se vi viene chiesto di descrivere un personaggio è opportuno realizzare una descrizione piuttosto che raccontare le vicende che lo vedono coinvolto.
Il testo deve rispondere alla domanda com'è fatto? piuttosto che alla domanda che cosa ha fatto?

*  *  *

Un po' di considerazioni in merito alle questioni di superficie.

Un e un'
L'articolo indeterminativo singolare presenta al maschile le forme UN e UNO e al femminile la sola forma UNA.
Il maschile UN non ha bisogno di apostrofo: un animo, un alpino, un altro.
Il femminile UNA prevede l'elisione della A e l'uso dell'apostrofo: un'alunna, un'orma, un'altra.

Fu e Re
Come già detto, fu e re si scrivono senza accento
    → fu non ;
    → re non .

Da e dà
Il monosillabo DA, quando rappresenta la terza persona singolare del presente indicativo di dare si scrive con l'accento → dà. La preposizione semplice DA si scrive senza accento.

Soprattutto 
Si scrive SOPRATTUTTO con quattro t.

GLI e LE
Gli significa a lui ed è usato per riferirsi a un nome maschile
Ho incontrato Mario e gli ho chiesto della partita di pallavolo
Le significa a lei ed è usato per riferirsi a un nome femminile
Ho incontrato Marta e le ho chiesto della partita di pallavolo

Obiettivo
Pur essendo accettabile anche la forma con la doppia b è preferibile la forma obiettivo, con una sola b, perché è più vicina alla forma latina da cui deriva (obiectivum) e perché risulta la più diffusa tra le persone colte. Obbiettivo è una forma di origine popolare che ha subito il raddoppiamento della b davanti a i con valore semiconsonantico.

Seicento o '600
se desiderate indicare il secolo XVII - e per qualche ragione non volete scrivere secolo XVII - potete usare una delle seguenti alternative: Seicento (con la S maiuscola) o '600.
Scrivendo 1600 si fa riferimento all'anno solare che segue il 1599 e precede il 1601.

Parole tronche
Le parole ossìtone, dette anche tronche, sono le parole che hanno l'accento sull'ultima sillaba. Nello scritto occorre apporre l'accento grafico sull'ultima vocale: salutò, correrà, arrivò, morì...

Tempi verbali
Non possiamo mescolare presente e passato remoto... a caso. Ad esempio, la frase "Entrai in classe e mi siedo al mio posto" non è corretta. Dobbiamo scrivere "Entrai in classe e mi sedetti al mio posto". È lecito utilizzare il presente storico, ma dobbiamo farlo per entrambe le voci ("Entro in classe e mi siedo al mio posto") e con attenzione.

Divisione in sillabe
Esistono delle regole per la divisione in sillabe: è bene rispettarle.
In particolare...
Si può andare a capo con un gruppo di consonanti che forma una sillaba con la vocale seguente solo se esistono delle parole italiane che iniziano con lo stesso gruppo: la-stra, chio-sco, man-fri-na.
Divisioni come ma-nto, o-rdinare, sono errate e ne abbiamo conferma perché nessuna parola italiana comincia con nt- o rd-, infatti la divisione esatta è man-to, or-di-na-re.

H (ha e a, ho e o...)
La lettera h non ha un suono specifico; essa serve per:

  • indicare il suono duro di c e g davanti alle vocali e ed i: oche, giochi, streghe, ghigno;
  • distinguere alcune voci del verbo avere (ho, hai, ha, hanno) da altre parole con lo stesso suono (o, ai, a, anno);
  • trascrivere alcune forme esclamative: oh!, ahi!, ah!, ahimè!
Es. Luigi ha uno zaino e va a scuola; Io ho 10 euro ma non so se prendermi una pizza o un panino Gli alunni hanno meno di un anno per prepararsi all'esame.


È ed E
Il suono è simile ed è facile confondersi. Dobbiamo però cercare di ricordare che:

  • è rappresenta la terza persona del presente indicativo del verbo essere;
  • e rappresenta una congiunzione coordinante copulativa.

Es. Luigi è biondo; Luigi e Mario giocano a calcio; Luigi è un attaccante e Mario è un difensore.

SUO
Occorre fare in modo che l'uso dell'aggettivo possessivo SUO non generi ambiguità.
Es. #1 Giacomo porta Consalvo in monastero e incontra suo cugino.
Es. #2 Giovannino si innamora di Teresa, ma non può sposarla e quindi si sposa con suo fratello Michele.

Cambio di soggetto
Per lo stesso motivo, per evitare ambiguità, fate attenzione al cambio di soggetto (che deve essere sempre segnalato).
Es. Arrivato a casa, Consalvo viene a sapere della malattia della madre e muore
La frase è grammaticalmente corretta ma chi muore è Consalvo! Scriveremo quindi (ad esempio): Consalvo viene a sapere della malattia della madre la quale, dopo qualche giorno, muore.

Primogenito
Si scrive primogenito. La grafia univerbata è già presente nel latino primogenĭtus.

1 ottobre 2019

Orario a.s. 2019-2020

Per quanto ci riguarda l'orario definitivo sarà uguale a quello provvisorio. Ne segue che l'orario delle mie lezioni nelle classi II B e III D non cambia di una virgola.


22 settembre 2019

Filtrare i risultati di ricerca Google

Quando si effettua una ricerca con Google è possibile filtrare e personalizzare i risultati di ricerca.
Innanzitutto è possibile scegliere i risultati da visualizzare facendo clic sul tipo di risultato, ad esempio Immagini o Notizie.


La ricerca può essere ulteriormente perfezionata tramite la funzione Strumenti (di ricerca). Tali strumenti consentono di precisare, ad esempio, il colore o le dimensioni di un'immagine, oppure la data di pubblicazione di una pagina.

Nonostante Google offra tutte queste opportunità per filtrare i risultati, e sarà sufficiente effettuare una ricerca per notare che ne esistono molte altre, resta un problema. Se si desidera escludere un determinato dominio occorre specificarlo nella ricerca. In questo modo.




Ovviamente è un sistema poco pratico.

Mi è quindi parsa molto utile l'estensione Google Search Filter.

L'estensione, di semplicissimo utilizzo, consente di indicare quali siti devono apparire in evidenza (i risultati saranno letteralmente evidenziati con uno sfondo verde) e quali siti non devono comparire tra i risultati di ricerca (sarà sufficiente inserire il nome del sito nella lista dei siti indesiderati).

Facciamo un esempio.
Stai cercando un modo per evitare che tra i risultati delle tue ricerche compaiano pagine dal sito chebruttosito.it
Sarà sufficiente, dopo aver effettuato una ricerca con Google, fare click sull'icona di Google Search Filter e aggiungere "chebruttosito.it" all'elenco dei siti indesiderati. 
Se invece di disabilitarlo, desideri dargli risalto, allora dovrai apporre il segno + davanti al nome di dominio, in questo modo "+chebruttosito.it".

Ecco un esempio di configurazione.

20 settembre 2019

Orario provvisorio 2019-2020

Per i miei alunni delle classi II B e III D


3D = classe III D
2B = classe II B

ita =Italiano
geo = Geografia (portare il materiale per geografia e il libro Facciamo geografia)
sto = Storia (portare il materiale per storia e il libro Di tempo in tempo)

= Letteratura (portare il materiale per letteratura e La scala dei sogni - Letteratura)
A = Antologia (portare il materiale per antologia e il libro La scala dei sogni)
G = Grammatica (portare il materiale per grammatica e il libro Alla lettera)


Elenco ufficiale dei libri di testo per l'a.s. 2018-2019 (dal sito icargelato.org)