7 novembre 2015

I Savoia e l'Italia

monarchi savoiaQuella dei Savoia è una dinastia europea attestata sin dalla fine del X secolo nel territorio del Regno di Borgogna (la zona in cui si era creato il regno romano-germanico dei Burgundi), al confine tra Italia e Francia.
Agli inizi del XVIII secolo, a conclusione della Guerra di successione spagnola ottenne l'effettiva dignità regia sul Regno di Sicilia (1713).
Ricordiamoci, ma la facciamo breve, che la guerra di successione spagnola fu quella combattuta tra il 1701 e il 1714 perché il trono di Spagna sarebbe finito a Filippo d'Angiò, nipote di Luigi XIV: si creò quindi una coalizione antifrancese di cui fece parte anche il ducato di Savoia.
La Sicilia fu barattata in seguito con la Sardegna (1720). Per questo si parla di Regno di Sardegna (nei testi storici dedicati al Risorgimento è possibile incontrare, più o meno con lo stesso valore, i termini: Piemonte, Vittorio Emanuele II, Regno di Sardegna, Savoia; può anche capitare di incontrare l'aggettivo sabaudo che significa dei Savoia).
Nel XIX secolo, mentre era guidato da Vittorio Emanuele II, rappresentò l'organismo politico attorno al quale si aggregò il movimento di unificazione che va sotto il nome di Risorgimento, che condusse alla proclamazione del Regno d'Italia il 17 marzo 1861. Da questa data, fino al 2 giugno del 1946, i Savoia governarono sul Regno d'Italia.
In questo percorso di controllo del regno appena conquistato possiamo distinguere alcune fasi.
Dal punto di vista del tipo di governo:
  • una fase costituzionale (il regno si era dato una costituzione ottriata, lo Statuto Albertino),
  • una fase dittatoriale (quando il re Vittorio Emanuele III lasciò il potere nelle mani di Mussolini, fino al coinvolgimento, a fianco di Hitler, nella seconda guerra mondiale).
Dal punto di vista del monarca regnante:
  • una fase sotto il governo di Vittorio Emanuele II (re d'Italia dal 1861-1878), considerato uno dei padri della patria,
  • una sotto il figlio Umberto I (1878-1900), durante la quale si acuirono i contrasti sociali che caratterizzano la fine del XIX secolo al punto che lo stesso re, dopo essere sopravvissuto a due attentati, venne ucciso in quanto responsabile della strage di Milano (per informazioni rapide sulla strage che fece seguito alla Protesta dello stomaco cfr. Il feroce monarchico Bava),
  • una fase sotto Vittorio Emanuele III (1900-1946) che vedrà l'Italia subire il dramma delle due guerre mondiali e quello del ventennio fascista.
Scheda I Savoia e l'Italia in pdf

2 commenti:

  1. [...] della Repubblica, dopo il ventennio di dittatura fascista e circa un secolo di Statuto Albertino e monarchia sabauda, spiega anche, probabilmente, la tendenza degli italiani a identificarsi in un leader e [...]

    RispondiElimina
  2. […] Repubblica – dopo il ventennio di dittatura fascista e circa un secolo di Statuto Albertino e monarchia sabauda - spiega anche la tendenza degli italiani a identificarsi in un leader e l’intolleranza di […]

    RispondiElimina