24 dicembre 2014

La tregua di Natale del 1914: un secolo dopo, un libro per ricordare |Europa Quotidiano



"«Prova soltanto a pensare che mentre tu stavi mangiando il tacchino, io stavo parlando e stringendo le mani agli stessi uomini che solo qualche ora prima stavo tentando di uccidere». Così uno dei soldati che si trovava nelle trincee delle Fiandre, a sud di Ypres, scrive con meraviglia e incredulità ai familiari nell’inverno di cent’anni fa. In mezzo all’orrore della prima guerra mondiale, il 24 dicembre 1914 accadde qualcosa di imprevisto, imprevedibile e non derivante da fattori antecedenti.
Soldati tedeschi, francesi e inglesi uscirono dalle trincee e si incontrarono nella terre di nessuno per scambiarsi auguri e regali (vestiti, cibo, tabacco). La mattina di Natale vennero seppelliti i morti, celebrati i funerali. Poi i soldati cantarono e fumarono insieme. Quell’avvenimento stupefacente – ma non apprezzato dagli ufficiali superiori – è raccontato in prima persona nel volume La tregua di Natale (Lindau, Torino 2014, pp. 186, 14 euro), che raccoglie le lettere dal fronte di alcuni soldati."
from Diigo http://bit.ly/1zhNCKl
via IFTTT

Nessun commento:

Posta un commento