11 settembre 2014

Cronologia - introduzione

Il nostro calendario si basa sull'anno solare, ovvero sul tempo impiegato dalla Terra a compiere un giro completo intorno al Sole. Contiamo gli anni a partire dalla nascita di Cristo: gli anni che precedono tale evento sono contrassegnati dalla dicitura avanti Cristo (a.C.), quelli che seguono dalla dicitura dopo Cristo (d.C.). Quest'ultima, in genere, viene tralasciata (a meno che non si corra il rischio di generare ambiguità).

Esistono delle periodizzazioni convenzionali in base alle quali la storia è suddivisa in periodi che sono, nell'ordine: preistoria, età antica, età medievale, età moderna, età contemporanea. Nei tre anni delle medie si studiano l'età medievale, in prima media, l'età moderna, in seconda, e l'età contemporanea, in terza.

Gli anni sono raggruppati in secoli, come mostrato nella seguente tabella (da Wikipedia).


Secolo


Inizia nell’anno


Finisce nell’anno

I secoloprimo secolo
1


100

II secolosecondo secolo
101


200

III secoloterzo secolo
201


300

IV secoloquarto secolo
301


400

V secoloquinto secolo
401


500

VI secolosesto secolo
501


600

VII secolosettimo secolo
601


700

VIII secoloottavo secolo
701


800

IX secolonono secolo
801


900

X secolodecimo secolo
901


1000

XI secoloundicesimo secolo
1001


1100

XII secolododicesimo secolo
1101


1200

XIII secolotredicesimo secolo
1201


1300

XIV secoloquattordicesimo secolo
1301


1400

XV secoloquindicesimo secolo
1401


1500

XVI secolosedicesimo secolo
1501


1600

XVII secolodiciassettesimo secolo
1601


1700

XVIII secolodiciottesimo secolo
1701


1800

XIX secolodiciannovesimo secolo
1801


1900

XX secoloventesimo secolo
1901


2000

XXI secoloventunesimo secolo
2001


2100

XXII secoloventiduesimo secolo
2101


2200


Per indicare i secoli si usano gli ordinali (primo, secondo, terzo...) e, nello scritto, la numerazione romana (I, II, III...).

Giusto per rispolverare la memoria, queste sono le corrispondenze tra numeri romani e cifre arabe:

  • I=1

  • V=5

  • X=10

  • L=50

  • C=100

  • D=500

  • M=1000

Nella combinazione dei segni romani occorrerà tener conto che i valori devono essere sommati.

Ad esempio:

XI=(10+1)=11

XVI=(10+5+1)=16

Occorre però ricordare che se un numero precede un numero più grande occorrerà sottrarre il primo numero al secondo.

Ad esempio:

IX=(10-1)=9

IV=(5-1)=4

CM=(1000-100)=900

Nessun commento:

Posta un commento